FANDOM


Il Sabbat ha creato molti rituali per cementare i legami di lealtà e solidarietà nella Setta. Alcuni di questi, detti Auctoritas Ritae, sono praticati con la stessa liturgia in tutta la Setta, altri, detti Ignobilis Ritae, variano da branco a branco. I Sacerdoti, nel loro ruolo di guide spirituali, officiano con cadenza regolare i riti che ogni singolo sabbatico impara presto a rispettare ed onorare.

Il Bagno di SangueEdit

Si tiene ogni volta che i capi del Sabbat decidono la promozione di un vampiro ad un rango superiore. Tutti coloro che saranno agli ordini del vampiro sono invitati a presenziare: i sottoposti si dispongono dinnanzi al loro nuovo capo, che in un discorso indica loro i suoi obbiettivi e progetti. Il vampiro promosso, dopo il discorso, condivide la Vaulderie con tutti i presenti; viene poi condotto ai bordi di una grande vasca colma di fresco sangue e vi si immerge mentre il Sacerdote che officia il rito recita un passo del libro di Nod.

Il Banchetto di SangueEdit

Si tiene quasi ad ogni riunione importante. Mortali e possibilmente vampiri nemici sono incatenati e appesi al soffitto per i piedi, incapaci di liberarsi. I membri del Sabbat mordono uno alla volta le vittime e riempiono i propri boccali con il sangue sgorgato. E' usanza leccare le ferite dopo essersi riempiti il bicchiere per non sprecare sangue.

La Caccia SelvaggiaEdit

Anche i vampiri del Sabbat a volte tradiscono, ma coloro che lo fanno raramente sopravvivono. Il Sabbat è una setta che custodisce gelosamente i propri segreti. Se un membro rivela qualcosa che potrebbe mettere in pericolo la Setta ad un nemico, viene severamente punito. La caccia selvaggia è proclamata ogni volta che i nemici scoprono qualche informazione importante sulla setta, e si svolge come una caccia di sangue, solamente in maniera molto più bestiale: i cainiti del Sabbat non si fermano fino alla totale distruzione della vittima, accanandosi in particolare sui traditori.

Rito di CreazioneEdit

Prima di reclutare un nuovo membro, la setta usa sottoporre il questuante ad un macabro e violento rito, durante il quale la vittima viene privata di quasi tutto il sangue e costretta poi a bere una frazione della Vitae dei suoi futuri confratelli. I vampiri presenti subito dopo assaltano il novellino fino a ridurlo quasi al torpore, per poi seppellirlo in una profonda fossa precedentemente scavata. Emergere dal suolo significa essere assalito nuovamente, e poi ancora, e di nuovo finchè i presenti non si riterranno soddisfatti. Solo alla fine, quando il malcapitato inizia a mostrare evidenti segni di cedimento psicologico, quando la Bestia è ormai schiacciata dalla consapevolezza della propria impotenza, il vampiro viene condotto al rifugio segreto del suo futuro branco, dove gli saranno spiegati gli obiettivi e le regole della setta. Inutile dire che non di rado strascichi dell'orrenda esperienza accompagnano le eterne notti del vampiro.

Festa dell'EstintoEdit

Avviene durante la seconda settimana di Marzo.In qusto singolare rituale, che dura una settimana intera, ogni membro della setta celebra la sua natura maledetta in diffenti maniere, ridendo in faccia alla morte e lasciandosi andare in sfrenati giochi di sangue o semplicemente restando raccolto in preghiera col proprio branco a leggere estratti dal Libro di Nod e glorificare il Padre Caino. La maggiore carica della città da inizio al Festivo il primo giorno della settimana, e il delirio dura sette notti in cui realmente ogni Fedele mette da parte ostilità personali e di branco e cede completamente alla propria natura vampirica. Tutto può accadere in questo lasso di tempo sacralizzato: scontri, depravazioni, perversioni di ogni sorta, tutto è permesso nelle notti di festa. La città intera può rimanere profondamente segnata dalla pratica, se questa viene celebrata al di fuori delle porte sigillate della cattedrale.

Compito di vescovi e Arcivescovi è osservare e incoraggiare i fedeli nella loro manifestazione estrema della maledizione di Caino.

I Giochi d'IstintoEdit

Il Sabbat basa interamente la propria filosofia sul semplice principio evoluzionistico della sopravvivenza del più forte. I giochi d'istinto mettono alla prova i vampiri per vedere chi tra loro è il più forte e perciò degno di rispetto. Esistono molti tipi di gare, e ne vengono continuamente inventati di nuovi. I giochi provano abilità come l'arte di cacciare, la resistenza al terrore, il coraggio, la destrezza e l'arte del combattimento.

La MonomachiaEdit

E' il metodo scelto dal Sabbat per risolvere le controversie tra i membri. Permette ai vampiri di affrontarsi in duello per verificare chi ha ragione. Difficilmente decisioni importanti vengono prese in questo modo: tra una proposta seria e una sciocca viene accettata la prima, anche se il suo sostenitore ha perso la monomachia. Questo diritto può essere usato per risolvere dispute tra i membri del Sabbat, ed è codificato in un'appendice del Codice di Milano:

IEdit

Quando, tra due membri del Sabbat, si abbia a verificare un contrasto, questo sarà risolto tramite Monomachia. Ogni membro del Sabbat, che abbia superato il Rito di Iniziazione, può proclamare la sfida nella Monomachia contro ogni altro membro del Sabbat, a prescindere da età e posizione.

IIEdit

Una volta proclamata la Monomachia, lo sfidato deve scegliere se accettare o declinare prima della seconda alba dalla notte della sfida, o questa sarà da considerarsi rifiutata. Declinando, lo sfidato ammette il suo errore, ed aderisce alle tesi dello sfidante.

IIIEdit

Se accetta, il vampiro sfidato ha diritto a decidere le condizioni della Monomachia: questa può terminare con la semplice resa dello sconfitto, il Torpore, la morte o con la Diablerie.

IVEdit

Se i due vampiri coinvolti nella Monomachia non hanno fatto almeno una Vaulderie nell'ultimo mese, sono costretti a officiare questo rito due volte prima del duello, la prima volta una notte prima, e la seconda un'ora prima dello scontro.

VEdit

Se lo sconfitto, sia per rifiuto che per inferiorità, della Monomachia mantiene il proprio titolo, questo può essergli tolto in caso fallisca una missione affidatagli dal diretto superiore. Il diretto superiore del vampiro sconfitto è l'unico che ha il potere di revocare il titolo di questo.

VIEdit

Se uno dei vampiri distrutti nella Monomachia ricopriva una qualche carica, il vincitore ha il diritto di scegliere il successore a quel titolo.

I Sermoni di CainoEdit

Tutti i vampiri del Sabbat conoscono la storia delle proprie origini testimoniata dalle pagine del Libro di Nod, spesso però è necessario riascoltare passi salienti e non dimenticare il vero motivo della lotta. I sermoni hanno lo scopo di rafforzare la lealtà e la determinazione del gruppo. Sono spesso recitati da Sacerdoti che seguono il Sentiero di Caino e ad essi segue sempre la Vaulderie.

Truppa d’AssaltoEdit

E’ nella lotta contro gli Anziani che il Sabbat dimostra la sua vera brutalità. Questo Rito, difatti, altro non è che l’ufficializzazione della guerra contro coloro che fanno della limitazione della libertà altrui motivo d’esistenza e garanzia di potere. Essi esistono solo per poter offrire ai Fedeli il loro sangue e la loro anima, con tutto il potere che per secoli hanno accumulato. Vari altri Riti, come il Sermone di Caino, il Banchetto di sangue, la Danza delle Fiamme, o, più spesso, la Vaulderie possono precedere l'invio della Truppa d’Assalto, al fine di motivare e potenziare i fedeli. Un Branco può rifiutarsi di partecipare solo prima del discorso, mettendo ovviamente in conto l'umiliazione che ne consegue. Quando il Rito sta per cominciare, il Sacerdote nomina il Capo della Truppa d’Assalto e recita una formula immutata sin da quando fu creata questa pratica: “Sei venuto liberamente alla guerra, sei pronto a farti carico di questa nobile impresa e a non fermarti sino a quando il sangue del nostro nemico non sarà versato?”. La risposta dovrà essere “Così è!”. La caccia che ne consegue è devastante, la violenza si diffonde in ogni angolo, dal punto di partenza fino al covo dell’anziano nemico. Nonostante tristi eccezioni non manchino, il fair play tra branchi è d’obbligo, il che ovviamente non impedisce che i partecipanti si mettano i bastoni tra le ruote fra di loro, pur senza quasi mai arrivare all'aperto conflitto, al fine di raggiungere per primi la preda. Il vampiro che riuscirà a bere il sangue dell’anziano, oltre ad ottenere i benefici dell Diablerie, riceverà enormi onori dalla setta intera, tali probabilmente da far sì che ricopra il ruolo di Capo della Truppa nella successiva caccia.

La VaulderieEdit

Di tutti gli Auctoritas Ritae la Vauderie è certamente il più importante, per il suo significato di fratellanza e lealtà. La stessa esistenza del Sabbat è possibile in larga parte grazie a questa pratica. Si tratta di un Legame di Sangue condiviso tra tutti i membri del branco e, meno frequentemente, tra tutti i membri della setta cittadina. La Vaulderie spezza ogni legame precedente e crea un Vinculum tra i presenti. Questo rito genera in chi vi partecipa sentimenti di forte lealtà e appartenenza al gruppo, di intensità assai variabile di volta in volta. Il legame generato dalle Vaulderie è qualcosa di molto più profondo di qualsiasi emozione umana.

Meccanicamente, ogni volta che un vampiro si sottopone al rito acquisisce un legame di sangue nei confronti degli altri partecipanti che può variare di intensità, in maniera casuale, ogni volta. Sono quattro i livelli di intensità del legame, e corrispondono ai gradi del normale Vinculum:

0Edit

Il livello zero corrisponde in tutto e per tutto ad un non-legame, esattamente come se il vampiro non fosse sottoposto ad alcun Vincolum nei confronti del soggetto

IEdit

Il primo livello corrisponde al primo grado del normale Vinculum, il vampiro prova un moderato sentimento d'affetto e stima nei confronti del soggetto

IIEdit

Il secondo livello corrisponde al secondo grado del normale Vinculum, il vampiro sperimenta un forte sentimento nei confronti del soggetto, paragonabile all'amore provato dai mortali o comunque alla profonda amicizia

IIIEdit

Il terzo, e più intenso livello, corrisponde al terzo grado del normale Vinculum, il vampiro rischierebbe volentieri la vita (sua o altrui) per il soggetto se questi lo richiedesse

Da notare che, all'interno del proprio branco, il livello del Vinculum può essere differente nei confronti dei singoli membri mentre, se fatto con l'intera setta (officiato dal Vescovo si intende), potrà variare da branco a branco. In parole povere il legame è con i singoli soggetti all'interno del branco e/o con branchi interi (non diversificato a seconda dei singoli elementi che li compongono) se il rito è operato ecumenicamente; i giocatori si troveranno così ad avere diverse intensità di legame nei confronti dei singoli compagni di branco e dei singoli branchi diversi dal proprio. La Vaulderie viene effettuata almeno una volta al mese all'interno dei branchi ed assai meno di frequente tra tutti i membri della setta (solitamente alla proclamazione di un nuovo Arcivescovo/Vescovo o alla vigilia di importanti missioni o assalti).

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.