FANDOM


Organizzata come una setta religiosa a tutti gli effetti, il Sabbat è altamente gerarchizzato ed ogni singolo elemento è incasellato in una capillare struttura volta a contenere il potenziale distruttivo dell'enorme massa di neonati ed infanti che vedono in essa null'altro che la legittimazione dei loro istinti distruttori.

ReggenteEdit

Il Reggente è nominalmente colui che dovrebbe rappresentare il capo supremo della setta. Per la filosofia stessa del Sabbat però, questa supremazia è solo nominale. Come potrebbe un giovane sabbatico, istruito a liberarsi dal giogo degli anziani e a combattere gli oscuri desideri dei matusalemme, ascoltare ed eseguire gli ordini di quello che rappresenta null’ altro che un dittatore, un distante signore i cui piani sono tanto oscuri quanto insulsi? Fortunatamente per la setta, gli affiliati più navigati riconoscono nel Reggente un'insostituibile guida ed un argine all'anarchia dei cainiti più giovani. Il Reggente perciò, oltre ad organizzare la setta ai più alti livelli, deve sapersi guadagnare la fiducia di chi potrebbe destabilizzare il suo ruolo appellandosi al concetto cardine della libertà. L’attuale reggente del Sabbat è Melinda Galbraith, Toreador Antitribù di Città del Messico, una delle maggiori roccaforti della setta.

CardinaliEdit

I Cardinali rappresentano il gradino gerarchico appena inferiore alla vetta del Reggente. Sovrintendono a vaste aree geografiche e detengono quindi un potere decisionale immenso. La loro fama si costruisce in base a ciò che riescono a orchestrare per il bene della setta ma anche alla loro potenza, che gli ha permesso di raggiungere il ruolo e di mantenerlo sotto i continui attacchi di chi, come loro, brama il potere. I Cardinali organizzano la rete sabbatica che gli compete attraverso Vescovi, Arcivescovi e Prisci, gli incontri con tali cariche dunque sono tutt'altro che infrequenti.

PrisciEdit

Meno elusivi dei Cardinali, ma altrettanto potenti, i Prisci sono gli strateghi del Sabbat. Affiancano spesso Arcivescovi o Vescovi che richiedono il loro prezioso aiuto durante assedi a domini camarillici o conquista di nuovi territori. I Prisci sono cainiti molto anziani, a volte membri del Concistoro, o figure di spicco che avallano l’avanzamento dei più ambiziosi nella gerarchia del Sabbat. Sebbene i Prisci siano decisivi in molte azioni del Sabbat, i giovani non li guardano con entusiasmo poiché troppo spesso dimostrano machiavellismi degni della peggior Camarilla.

ArcivescoviEdit

Gli Arcivescovi del Sabbat presiedono agli affari della setta all’interno di una città. Superficialmente possono sembrare l’equivalente sabbatico di un Principe camarillico, tuttavia sono macroscopiche le differenze che li dividono. Sebbene la Masquerade non sia una rigida regola del Sabbat, gli Arcivescovi tendono a mantenere comunque un velo di segretezza e a educare i giovani esuberanti a non lasciarsi andare a plateali scene di violenza, incorrendo nel rischio di richiamare in città orde di cacciatori. Tuttavia il tasso di criminalità e violenza in una città governata dal Sabbat è molto più alto che nei domini camarillici o in città non influenzate da cainiti. Spesso gli Arcivescovi sono Sacerdoti di branco che assurgono a un livello più alto grazie al loro innato ruolo di guide spirituali. Gli Arcivescovi infatti mantengono un elevato controllo su tutti i Ritae che si svolgono nella propria città.

VescoviEdit

Quando una città non è governata da un Arcivescovo, viene governata da un consiglio di Vescovi. Spesso i vescovi sono membri di spicco di un branco che vengono promossi e posti al governo di una città in ruoli attinenti alle loro specifiche competenze. Il consiglio dei Vescovi, che può variare da tre a cinque elementi, viene costituito proprio per creare un organo che abbia la possibilità di sovrintendere a tutti gli aspetti della setta nell’ambito di una singola città. Alcuni Vescovi possono essere strateghi che guidano i branchi di guerra, mentre altri possono essere guide spirituali che presiedono ai Ritae ed accompagnano la crescita dei giovani sabbatici. I Vescovi ricoprono un ruolo meno prestigioso e meno comodo degli Arcivescovi. Sono infatti tenuti sotto controllo direttamente dai Cardinali che provvedono a strigliarli, con metodi decisamente poco piacevoli, ogni volta che non riescono ad entrare in accordo sulla linea guida da tenere nella città che presiedono. E’ naturale che questo succeda molto spesso, vista la varietà di filosofie e personalità che esistono all’interno della setta.

DuctiEdit

Ogni branco viene guidato e coordinato da un Ductus, il membro più forte o più carismatico del gruppo. A causa della scarsa tolleranza riguardo alle posizioni di comando, ogni branco segue con devozione gli ordini del Ductus purchè questi non si dimostri troppo intollerante o in disaccordo col volere della maggior parte dei suoi sottoposti. I Ducti non ricoprono certo una posizione di prestigio, ma hanno la responsabilità di sfruttare al meglio le potenzialità dei membri del Branco. Possono indire settimanalmente un Esbat, la riunione del branco durante la quale i Sacerdoti celebrano i Ritae più comuni e si espongono i progetti futuri del Branco. I Ducti sono sicuramente, assieme ai Sacerdoti, i più evidenti candidati ad assurgere alle cariche di prestigio della setta, ciò genera spesso in loro ambizioni che facilmente degenerano in conflitti interni al branco stesso. Nel caso di branchi stabilitisi in una città del Sabbat, i Ducti vengono eletti dall’ Arcivescovo o dai Vescovi, mentre nei branchi nomadi i Ducti vengono eletti dagli stessi membri del Branco.

SacerdotiEdit

Ogni branco ha un Sacerdote che si occupa della crescita spirituale dei suoi membri e ne tiene a freno gli istinti centrifughi. Nel caso che il posto di Ductus sia vacante, il Sacerdote ne occupa la posizione finché non ne viene eletto uno nuovo. Il Sacerdote, oltre ad avere la conoscenza necessaria per officiare i Ritae, deve anche guidare i membri del branco attraverso i sentieri di illuminazione che hanno deciso di intraprendere ed evitare che cedano alle lusinghe dell’infernalismo e alla Bestia interiore.

TemplariEdit

Conosciuti anche come Paladini, i Templari rappresentano una forza militare scelta, impiegata per assolvere a compiti di una certa rilevanza. Il loro intervento è richiesto quando la risoluzione di alcune questioni richiede l’uso della forza pura. Possono essere assoldati dai Vescovi o da cariche superiori e, sebbene non siano investiti di una carica che concede favori o onorificenze, i Templari sono molto rispettati e spesso temuti.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.