FANDOM


Il clan Malkavian sembra essere il più incoerente fra le varie dinastie della
Andrea Malkavian
notte. Fra loro si trovano in egual misura sia animi gentili che vivono di illusioni che pericolosi psicopatici, e anche queste due categorie non sono che un esempio della varietà che caratterizza i Fi­gli di Malkav.

I Malkavian sono vere creature del caos, ma dal caos nasce la saggezza, e dalla saggezza il potere. Gli oracoli dei Malkavian hanno fatto parte delle corti di vampiri per generazioni e persino Ventrue e Lasombra, se sono alla ricerca di informazioni, ricorrono ai Malkavian, pur tenendosi a debita distanza. Ogni membro del clan Malkavian è schiavo della propria estenuante follia. Si dice che il fondatore del Clan sia stato uno dei più importanti vampiri del passato e che, macchiatosi di un orrendo crimine, fu condannato alla follia da Caino assieme alla sua discendenza. Nel corso della storia dei cainiti, i Malkavian sono stati temuti per il loro comportamento bizzarro e ricercati per il loro acume ancor più singolare. Si mormora che i Malkavian si di­vertano a giocare tiri mancini ai Fratelli, e che la Jyhad stessa sia solamente un gioco creato dal Clan della Luna. Liberi dai confini della razionalità, i Malkavian potrebbero anche aver guadagnato accesso ad una forma di saggezza difficile da cogliere, una pre­veggenza incompleta che potrebbe portarli ad essere unici superstiti della Gehenna. È risaputo che tutti i Malkavian sono collegati mentalmente attraverso una sorta di “rete” tenuta forse attiva da Malkav stesso, che permetterebbe una comunicazione imprecisa tra tutti i Lunatici del pianeta.

SoprannomeEdit

Lunatici

AspettoEdit

gli appartenenti a questo Clan hanno look e stili di vita molto diversi, che pos­sono variare largamente.

RifugioEdit

qualsiasi posto in cui si sentano a proprio agio.

DisciplineEdit

Auspex, Demenza, Oscurazione

DebolezzaEdit

tutti gli appartenenti al Clan possiedono una qualche forma di pazzia, la cui natura può variare in modo impressionante. Ogni giocatore deve scegliere in creazione una alienazione di cui è vittima il proprio personaggio.

OrganizzazioneEdit

molti Malkavian non riescono neanche a capire di far parte di un Clan, e il resto di loro sono impegnati a negare il fatto di essere Malkavian. Significativa eccezione è il Clan napoletano, raccolto a corte attorno alla guida del Sini­scalco Isacco Gaeli, primo consigliere e profeta del principe Ferrante, famoso per le sue doti artistiche. Difatti il sangue dei Lunatici a Napoli manifesta una curiosa convergenza con quello dei Degenerati, esemplificata dalla presenza della linea di sangue mista delle Figlie della Cacofonia.

PrestigioEdit

sembra non seguire alcuna logica. La stessa azione può portare ad un Malkavian fama e rispetto, e ad un altro vergogna e disonore.

AntitribùEdit

Nel Sabbat i cainiti non hanno paura di mostrare i recessi più nascosti della propria natura. I malkavian antitribù, soprannominati "Schizzati", possono essere considerati creature dominate dalla più alta forma di follia raggiungibile. Più che usarla a proprio vantaggio sembra che gli schizzati vogliano diffondere la pazzia come fosse un virus, il fatto poi che ogni membro del Clan sia collegato agli altri da una strana rete mistica rende i tentativi di isolarli del tutto inutili. La Disciplina di Demenza è usata come arma a doppio taglio, torturatori per eccellenza vengono sovente colti dai medesimi raptus di follia con cui estorcono i più inconfessabili segreti ai loro prigionieri. Essi non temono la morte ultima come gli altri vampiri, il che li rende ottimi soldati o ufficiali, a loro interessa solamente che dalle ceneri si sprigioni il caos. La loro instabilità ha comunque creato serie riflessioni su come trattarli, alcuni ducti li rinchiudono in cripte o celle, pronti a liberarli e scatenarli contro i nemici.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.